Come Aggiustare Un’Unghia Rotta


DSCN3109 copy

Stasera voglio svelarvi un trucchetto, che ho scovato da qualche giorno e che ho già avuto l’occasione (purtroppo) di provare xD

Si tratta di un metodo semplicissimo per riparare un’unghia rotta, ottenendo un risultato che permette sia di applicare lo smalto, sia di tenere l’unghia al naturale, senza che si veda o si senta alcunché.

Innanzitutto procuratevi una carta sottile e “telata” tipo quella delle bustine del tè o della camomilla (ho visto che alcune utilizzano anche la carta igienica, ma secondo me non è abbastanza resistente).

DSCN3093 copy

Tagliamo un pezzettino della bustina e a sua volta tagliamolo in due o tre parti (molto piccole, è sufficiente che coprano giusto il punto di rottura dell’unghia).

 

DSCN3094 copy

Poi procuriamoci della colla per unghie finte, ma non preoccupatevi se non l’avete in casa, infatti altro non è che cianoacrilato, ovvero il principale ingrediente dell’Attak.cianoacrilato

Infatti io ho utilizzato proprio l’Attak per aggiustare la mia unghia.

DSCN3103 copy

Ora basta appoggiare un pezzettino di carta sul punto di rottura dell’unghia e lasciarci cadere sopra una bella goccia di Attak.DSCN3099 copy

Ripetete l’operazione due o tre volte (il tutto si può fare molto rapidamente, dato il tempo di asciugatura praticamente istantaneo dell’Attak).

DSCN3100 copy

Una volta asciutti tutti gli strati limiamo bene l’unghia, in modo tale da non avere pezzettini di carta oltre il bordo. Limiamo l’unghia anche in orizzontale (possibilmente con una lima di vetro, in modo tale da non danneggiare troppo l’unghia nel caso vada a sfregare oltre il punto con la “giuntura”) sul punto dove sono sovrapposti i vari strati di carta, in modo tale da livellare bene l’unghia e non avere una sporgenza.

Infine prendete una lima lucidante (io ho quella della Kiko, se vi interessa potete leggere la recensione qui) in modo tale da rendere la superficie dell’unghia perfettamente liscia, utilizzandone entrambi i lati.

DSCN3104 copy

Ecco il risultato finale, credetemi, se avete svolto con cura tutti i passaggi non sentirete il benchè minimo dislivello e non si noterà nemmeno alla vista, anche se terrete le unghie al naturale.

Qui dalla foto si nota un pochino la colla, ma solo perchè la foto è stata scattata con il flash.

DSCN3109

Spero di esservi stata utile!

c.

Tra l’altro, ho dimenticato di aggiungere che il cianoacrilato si scioglie con del semplice acetone, quindi non preoccupatevi che se vorrete rimuoverlo vi basterà del normalissimo solvente per unghie! 😀

17 Comments

  1. Volevo mettere un mi piace, ma oggi WordPress non me lo consente. Comunque ottimo articolo. Mi tornerà utile.
    Amo le unghie lunghe, perchè la manicure viene meglio, ma spesso si sfaldano e devo tagliare tutto, oppure finisco per tenerne una più corta delle altre per pigrizia. Appena possibile lo provo.

    Mi piace

  2. Ahahahah praticamente è lo stesso metodo che usano i muratori o gli imbianchini per stoppare le crepe nei muri! Di solito quando ho un’unghia rotta non faccio altro che tagliarle tutte, perché in fin dei conti male non fa! Se invece è solo sfaldata, la limo con la lima lucidante (poco abrasiva) e risolvo il problema.

    Mi piace

    1. eh dipende xD a me capita sempre che si rompa in un punto in cui è ancora “attaccata” all’unghia e quindi non posso tagliarla 😦 così almeno non rischio di strapparmela dato che tende ad incastrarsi in qualche filo dei vestiti xD

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...